Ultime recensioni

sabato 22 aprile 2017

Blogtour: "The Glittering Court" - Recensione

Buongiorno, miei cari lettori caffeinomani! ^^
Oggi un nuovo blogtour fa tappa sul blog e si parla del bellissimo "The Glittering Court", dell'amata Richelle Mead de L'Accademia dei Vampiri. Ho atteso con molta ansia questo romanzo, dopo aver scoperto che sarebbe arrivato in Italia e, finalmente, quel giorno è giunto. Ringrazio immensamente la casa editrice Edizioni LSWR per averlo tradotto per noi e averci permesso di conoscere questa affascinante storia di una delle autrici più brave dell'universo young adult. E un grazie speciale a Claudia per avermi coinvolta in questo bel blogtour e a tutte le altre ragazze che ne hanno preso parte. E se volete continuare a farvi affascinare da questo romanzo, seguite The Glittering Court su Instagram: @glitteringcourt_ita <3

The Glittering Court
di Richelle Mead

Serie: The Glittering Court #1
Prezzo: 16,90 euro
Pagine: 448
Genere: fantasy, young adult
Editore: Edizioni LSWR
Data di pubblicazione: 19 Aprile 2017


Per un gruppo selezionato di ragazze la Corte Scintillante (The Glittering Court) rappresenta l'opportunità di conquistare una vita che finora potevano solo sognare, una vita fatta di lusso, glamour e ozio. Per l'aristocratica Adelaide, costretta dalla sua famiglia nobile, ma ormai decaduta, a un matrimonio d'interesse, la Corte Scintillante rappresenta qualcos'altro: l'occasione di pianificare il proprio destino e di avventurarsi in una nuova terra ricca e incontaminata al di là dell'oceano. Dopo un incontro fortuito con l'affascinante Cedric Thorn, Adelaide si spaccia per una cameriera. Tutto comincia a sgretolarsi quando Cedric scopre lo stratagemma di Adelaide e questa viene notata da un giovane governatore molto potente, che vuole sposarla. La fanciulla non si è lasciata alle spalle la gabbia dorata della sua vecchia vita solo per diventare di proprietà di qualcun altro. Ma a essere davvero sconvolgente - o meravigliosa - è la fortissima attrazione proibita tra Adelaide e Cedric, che, se assecondata, li renderebbe due emarginati in un mondo selvaggio, pericoloso e inesplorato, e forse ne causerebbe perfino la morte.


L'autrice

RICHELLE MEAD è l’autrice della serie numero uno tra i bestseller internazionali L’accademia dei vampiri, della serie spin-off inserita nella lista dei bestseller del New York Times Bloodlines, e del fantasy anch’esso nella lista del New York Times Soundless. Fin da bambina grande lettrice, Richelle è sempre stata particolarmente affascinata dalla mitologia e dal folklore. Quando riesce a staccarsi dai libri (dopo averli letti o scritti), le piace guardare reality scadenti, viaggiare, provare cocktail interessanti e comprare vestiti da indossare durante i suoi tour. È per sua stessa ammissione caffè-dipendente, lavora in pigiama e ha una passione per tutte le cose stravaganti e rumorose. Originaria del Michigan, ora Richelle vive a Seattle (Washington), dove sta attualmente lavorando sodo al prossimo romanzo della Corte Scintillante.

Recensione

<<Avanzai con passo fluido, tranquilla. Ero la numero uno della Corte Scintillante. Ero la nuova e la vecchia nobiltà, la discendente dei fondatori di Osfrid. Ben presto avrei preso il mio posto tra i fondatori di Adoria. Era a questo che avevano mirato tutti i miei sforzi e le mie manovre>>

The Glittering Court è stato un'autentica sorpresa, dall'inizio alla fine. Conoscevo già la Mead per L'Accademia dei Vampiri - serie che amo davvero molto - e non vedevo l'ora di scoprire questo suo nuovo romanzo, che già soltanto dalla copertina mi attirava come non mai. Non sapevo esattamente cosa aspettarmi, ma posso assicurarvi che le mie aspettative sono state ben ripagate. The Glittering Court è tutto ciò che non ti aspetti in un unico romanzo. Richelle Mead ha creato un mondo talmente meraviglioso, affascinante e ricco di avventura e mistero, che quasi non volevo più smettere di leggere. Dimenticate i magnetici vampiri a cui l'autrice ci ha abituati, perché state per entrare in un mondo ben più raffinato e sfavillante!
Adelaide è un'aristocratica decaduta, appartenente ad una famiglia di nobile e antica discendenza, fondatrice della città di Osfrid. Dopo la morte dei genitori, vive con la nonna, ma a causa di problemi finanziari è costretta a sposare un ricco cugino che detesta. I matrimoni d'interesse sono una cosa normale nella società in cui vive, ma lei non trova affatto giusto sposare un uomo che non ama. Si sente intrappolata in quel mondo dorato, un uccellino in gabbia che non può scappare. E così, quando un gentiluomo di nome Cedric arriva per reclamare la sua cameriera e addentrarla nella Corte Scintillante, la ragazza vede l'opportunità che stava aspettando per fuggire dai suoi obblighi e andare in cerca della libertà tanto agognata, una libertà che solo il Nuovo Mondo, è sicura, possa offrirle. Spacciandosi per la cameriera, riesce a lasciarsi tutto alle spalle, pronta a ricominciare una nuova vita. Suo unico complice Cedric, studente universitario che lavora col padre all'attività di reclutamento di giovani donne da preparare per matrimoni vantaggiosi nel Nuovo Mondo. La Corte Scintillante è un vero paradiso per tutte queste ragazze che, abbandonate le proprie abitudini e i miseri impieghi, si ritrovano a interpretare il ruolo di signore di gran classe. Sete, pizzi, diamanti e quanto di più glamour ci sia, diventeranno loro immancabili alleati. Verranno avvezze all'arte, alla danza, al confronto su ogni genere di argomento. Impareranno a gestire una casa e qualsiasi tipo di imprevisto, perché è questo genere di donna che gli uomini salpati per il Nuovo Mondo cercano.
Adelaide è ovviamente molto ferrata in tutte le materie, ma dovendo mantenere la sua identità segreta, studierà con Cedric un piano per far funzionare le cose. Tra l'altro, anche lui ha un segreto da nascondere, un segreto che potrebbe costargli la reputazione oltre che la vita, così i due saranno costretti a guardarsi le spalle e proteggersi a vicenda, come due veri amici e complici. Ho adorato il loro rapporto, che attraversa vari stadi. Anche se sembra scoppiare troppo precocemente la scintilla, in realtà passerà un po' di tempo prima che possano davvero esprimere i loro sentimenti. Si ritroveranno intrappolati in una relazione impossibile,  perché non possono concedersi la debolezza di lasciarsi andare all'attrazione, al desiderio irresistibile che provano. Hanno un piano da portare avanti e in questo piano non è previsto l'amore. E quando un uomo ricco e potente, alla ricerca di una moglie impareggiabile, si mette in mezzo, insieme alla sua pericolosa e calcolatrice madre, Adelaide e Cedric dovranno rivedere ogni cosa e prepararsi ad un drastico cambio di programma. Saranno pronti per ciò che li aspetta?
La cosa che sicuramente mi ha conquistata di più di questo romanzo è come l'autrice sia riuscita a creare un mondo tanto variegato. Adelaide si sposta attraverso realtà molto differenti tra loro, imparando da ognuna qualcosa. Un'esperienza che le servirà a smussare i suoi difetti e le sue mancanze, a comprendere i propri limiti e i propri punti di forza, ad adattarsi a situazioni nelle quali non è sempre impeccabile. Sarà un viaggio lungo, che la porterà lontano, a conquistare cuori e a spezzarne altri, a vincere battaglie e a perderne, a scoprire nuove cose e a insegnarne. Un percorso di formazione che le servirà a capire meglio chi è e ciò che vuole veramente. Un'eroina forte, orgogliosa e ostinata quella che ci presenta la Mead, che in un primo momento può non stare simpatica per via dei sotterfugi cui ci costringe ad assistere, ma vi assicuro che vi affezionerete ad un tipetto del genere. Così come vi affezionerete a Cedric, un ragazzo che vuol costruirsi il proprio futuro da solo ed essere libero di scegliere ciò per cui lottare. Bello, misterioso e galante, Cedric è esattamente il tipo di personaggio che vi farà perdere la testa, un ragazzo che non vuole precludersi le emozioni, ma viverle fino in fondo, vivere con passione, sempre. Ho trovato molto interessanti anche i personaggi secondari, soprattutto Mira, l'amica di Adelaide, alla quale sarà dedicato il prossimo romanzo. Finalmente potremo comprendere molti suoi atteggiamenti misteriosi, scoprire cosa nasconde e conoscerla meglio.
Richelle Mead ha inaugurato una nuova saga davvero strepitosa, che mescola un buon worldbuiding ad una trama originale. Le premesse per diventare epica e indimenticabile ci sono tutte. Con il suo stile fresco, scorrevole e inconfondibile, l'autrice ha dato vita ad un romanzo che racchiude bellezza, eleganza e mistero, trasportandoci in una realtà tutta da scoprire, in cui si muovono  personaggi affascinanti alla ricerca del tesoro più prezioso: la libertà. Lo sfarzo e le buone maniere sono alla base di una Corte Scintillante che promette di abbagliare ed entusiasmare il lettore, insieme ad una trama inaspettatamente audace e brillante e ad una dolce e proibita storia d'amore. Ma non c'è solo eleganza e sfarzo in questo romanzo, che quando meno te lo aspetti ti immerge nelle terre aride e selvagge di una città in costruzione, in cui la ricerca dell'oro terrà impegnati i nostri protagonisti e regalerà al lettore un'esperienza del tutto nuova e intrigante. Insomma, sono davvero tante le sorprese che vi aspettano e penso di avervi già detto fin troppo, ma dovete capire che The Glittering Court mi è piaciuto in una maniera che non avevo previsto, mi ha colpito veramente e aspetto soltanto di poter tornare nell'universo straordinario creato dalla Mead.
Vi consiglio davvero di dare una chance a questo romanzo, saprà ricompensarvi a dovere. E poi, potete mai resistere ad una copertina tanto bella? :P
Buona lettura!

Voto: 4,5 tazzine! Una storia ricca, avventurosa e sofisticata. Davvero una bella scoperta!

CALENDARIO TAPPE
E adesso date un'occhiata alle tappe del blogtour e recuperatele tutte, se ve ne siete persa qualcuna. Sono molto interessanti e vi aiuteranno ad addentrarvi meglio nel mondo della Corte Scintillante.


A domani, con l'ultima tappa di questo splendido blogtour!
Vi aspettiamo ^^
xoxo



giovedì 20 aprile 2017

Speciale: "Quello che i tuoi occhi nascondono" di Serena Nobile

Buongiorno, miei adorati lettori! ^^
Oggi arriva, finalmente, nelle librerie "Quello che i tuoi occhi nascondono", di Serena Nobile (pseudonimo di Virginia De Winter - esatto, proprio lei!), per la casa editrice Harper Collins. Non ho mai nascosto il mio immenso amore per questa autrice, che a mio parere è una delle penne italiane migliori in circolazione e ammetto di aver già divorato il suo nuovo romanzo, che si discosta parecchio da ciò che ci ha abituate a leggere, ma che risulta comunque un lavoro straordinario. Ve ne parlerò molto presto, anche perché l'adorabile Martina di Liber Arcanus mi ha coinvolta in un blogtour dedicato proprio al romanzo e approfondiremo molti aspetti. 
Intanto, nel post di oggi, le informazioni principali su questo bellissimo romanzo, più un sorpresa per voi! Un estratto dal secondo capitolo, che troverete suddiviso sui blog coinvolti nel BT. Continuate a leggere per saperne di più!

Quello che i tuoi occhi nascondono 
di Serena Nobile

Serie: I cinque sensi #1
Prezzo: 14,90 euro
Pagine: 332
Genere: romance
Editore: Harper Collins Italia
Data di pubblicazione: 20 Aprile 2017


Bianca ama guardare il mondo attraverso l'obiettivo della sua Reflex, cogliere suggestivi scorci delle vie romane e fuggevoli istanti delle vite altrui. Una sera, mentre sta scattando fotografie sui gradini di un negozio chiuso, si avvicina un ragazzo. Poche parole sussurrate, istanti di fuoco e poi solo la curva seducente e perfetta delle sue spalle impressa sulla pellicola, unico ricordo di quell'incontro. Per Bianca, il desiderio sembra incarnarsi in quella pelle color del latte e in quella bocca dalla bellezza struggente e malinconica, ma quando per caso si incontrano di nuovo, capisce che i loro mondi sono in collisione: lei giudica l'ambiente della televisione cui Federico appartiene superficiale e falso, lui ritiene Bianca solo una ragazza presuntuosa e arrogante. A quel punto, però, la scintilla è scattata e, carezza dopo carezza, Bianca scopre nel corpo di Federico un linguaggio che parla direttamente ai suoi occhi e al suo cuore. Eppure non ha il coraggio di lasciarsi andare, perché mentre lui lascia nella sua vita indelebili tracce di passione, un passato mai sepolto del tutto riemerge con prepotenza: sia lei che le sue migliori amiche hanno la sensazione di essere seguite, osservate da una misteriosa presenza, e strane coincidenze le riportano ai tempi dell'università, alla notte terribile che ha segnato in maniera indelebile il loro futuro. Dimenticare è impossibile, l'assoluzione inaccettabile, la vendetta in agguato.

La storia di Bianca e Federico vi piacerà da impazzire, posso assicurarvelo! Se volete iniziare a conoscere un po' meglio i due protagonisti, vi consiglio di leggere l'estratto in anteprima pubblicato da Harper Collins Italia, che trovate a QUESTO link :) 
E, per saziare ancora di più la vostra curiosità, seguite i blog Please Another Book, Coffee&BooksIl castello tra le nuvoleMy Crea Bookish KingdomLiber Arcanus, Hook a Book, L'Antro di Aredhel, La Bella e il Cavaliere, Il sospiro del muflone, ESATTAMENTE IN QUESTO ORDINE, per leggere un intero estratto, dal secondo capitolo del romanzo! 
Ecco il pezzettino che vi propongo io. Per leggere gli altri, andate sui blog indicati sopra (ogni 10 minuti ogni blog pubblicherà il suo post e relativo estratto ;))!

<<Di vino, di poesia o di virtù: come vi pare. Ma ubriacatevi>> mormorò, citando Baudelaire, con gli occhi ancora chiusi.


Ed ecco il calendario del Blogtour dedicato a "Quello che i tuoi occhi nascondono"! Inizierà il 24 Aprile con un bel BookTag sul blog Hook a Book. Segnatevi l'appuntamento e seguiteci tappa dopo tappa ;) Vi aspettiamo numerosi!

A presto!
xoxo

mercoledì 19 aprile 2017

Blogtour: "The Fate Of The Tearling" - BookTag

Buongiorno, miei cari lettori caffeinomani! ^^
Oggi su Coffee&Books una nuova tappa del blogtour dedicato a "The Fate of the Tearling", il terzo e conclusivo capitolo dell'epica saga fantasy che ha per protagonista la giovane sovrana Kelsea. Se non conoscete ancora la serie, vi consiglio di iniziarla subito, perché è STREPITOSA! Io me ne sono innamorata immediatamente (QUI la mia recensione del primo libro, The Queen of the Tearling) e non vedo l'ora di scoprire tutti i nuovi risvolti. Oggi vi intratterrò con un divertente BookTag, ma prima ringrazio immensamente Tania per avermi coinvolta in questo blogtour e tutte le splendide blogger che, come me, hanno preso parte all'evento. E un grazie speciale alla casa editrice per il supporto e, soprattutto, per aver portato in Italia questa splendida e indimenticabile saga!

The Fate of the Tearling
di Erika Johansen

Serie: The Queen of the Tearling #3
Prezzo: 19,00 euro
Pagine: 448
Genere: fantasy, high-fantasy, young adult
Editore: Multiplayer Edizioni (collana Multipop)
Data di pubblicazione: 20 Aprile 2017

In meno di un anno Kelsea Glynn, dall’adolescente impacciata che era, è diventata una sovrana sicura di sé. Mentre maturava nel suo ruolo di regina del Tearling, questa leader testarda e lungimirante ha trasformato il regno intero. Nel suo tentativo di eliminare la corruzione e riportare la giustizia, si è fatta numerosi nemici tra i quali la terribile regina rossa, la sua rivale più feroce, che ha rivolto l’esercito contro il Tearling. Per proteggere la sua gente da un’invasione devastante, Kelsea ha fatto l’impensabile: si è consegnata, con i suoi zaffiri magici, al nemico, facendosi sostituire sul trono da Mazza Chiodata, il fidato comandante della sua guardia personale, cui ha affidato il ruolo di reggente. Ma questi non ha intenzione di chiudere occhio finché, con l’aiuto dei suoi uomini, non sarà riuscito a salvare la regina, prigioniera nel Mortmesne. Qui inizia l’emozionante capitolo finale, nel quale il destino della regina Kelsea e dell’intero Tearling saranno finalmente rivelati.

L'autrice

Erika Johansen ha studiato allo Swarthmore College della Pennsylvania prima di iscriversi al famoso Iowa Writers Workshop, dove si è laureata in Belle Arti. In seguito è diventata avvocato. The Queen of the Tearling è anche il suo primo romanzo. Erika vive a San Francisco, in California.

BOOKTAG

Ho sempre adorato i BookTag, più che altro leggerli sui blog delle amiche e condividerli. Non ne ho mai creato uno, ma per questa volta ho deciso di provare, ispirata dai meravigliosi personaggi della saga della Johansen. Ho scelto i principali, naturalmente, e vi ho associato dei libri che ho letto, in base al tag. Buona lettura e, se vi va, partecipate anche voi al BookTag, con i vostri titoli! ;)

KELSEA - UN LIBRO CON PROTAGONISTA UNA GIOVANE SOVRANA CON UN GRANDE POTERE
Il primo romanzo che mi è venuto in mente è stato "Regina Rossa", di Victoria Aveyard. Si tratta di un fantasy distopico uscito nel 2015, una storia davvero particolare e avvincente. La protagonista Mare mi ricorda molto Kelsea, perché non è la solita eroina perfetta e badass, capace di cavarsela in qualsiasi situazione, ma una ragazza giovane e testarda, alle prese con un potere indescrivibile, piena di difetti e insicurezze e, talvolta, anche molto sola. Un personaggio interessante, che vi consiglio di scoprire, se non l'avete già fatto.


MAZZA CHIODATA - UN ROMANZO CON UN PERSONAGGIO MOLTO FEDELE AL PROTAGONISTA

Ho letto diversi romanzi che potrebbero rientrare in questa categoria, romanzi in cui ho trovato quel magnifico amico fedele che vorresti avere anche tu accanto ogni giorno. Mazza Chiodata è la leale guardia del corpo di Kelsea, ma una persona altrettanto leale la potete trovarne anche in "Gala Cox e il mistero dei viaggi nel tempo", di Raffaella Fenoglio, un fantasy italiano pubblicato da Fanucci, in cui la protagonista è affiancata da un simpatico Dennis, personaggio divertente ed eccentrico, sua spalla e amico vero. Un altro esempio è Nolan, personaggio maschile del romanzo paranormale "Una presenza in quella casa", di Paige McKenzie, edito da Giunti. Nolan è per Sunshine un vero e proprio protettore, un complice e un amico sincero, disposto a correre da lei per salvarla in qualsiasi momento. E parlando di amici fedeli, non posso non citare anche il romanzo "Hyperversum. Il Falco e il Leone", di Cecilia Randall, edito sempre da Giunti. È stata una delle mie ultime letture e mi ha colpito molto il rapporto tra Ian e Daniel, soprattutto il senso di protezione che quest'ultimo ha verso il primo. Non sarà una furia come Mazza Chiodata, ma vi assicuro che è uno che non molla.


FETCH - UN ROMANZO CON UN PROTAGONISTA CRIMINALE MASCHERATO E SEXY
Questo tag mi ha fatto immediatamente pensare a "La battaglia dei pugnali", di Marie Lu, edito da Newton&Compton Editori. Come dimenticare il misterioso Enzo Valenciano, conosciuto anche come il Mietitore, che fa la sua comparsa nascondendo il volto dietro una maschera d'argento e salvando la protagonista? È colui che ha dato vita alla Compagnia del Pugnale, composto da Giovani Elite con straordinari poteri, che combattono per sconfiggere l'Inquisizione e ottenere ciò che spetta loro di diritto. È una sorta di ribelle e nasconde, come Fetch, mille segreti. 


REGINA ROSSA - UN ROMANZO CON UNA PROTAGONISTA DAGLI OSCURI POTERI
Il romanzo che mi è venuto in mente, in questo caso, è "Paper Magician", di Charlie N.Holmberg, edito da Fanucci. È un romanzo che ha per protagonisti dei maghi, alle prese con capacità davvero incredibili. Ma la protagonista, Ceony Twill, dovrà vedersela, ad un certo punto, con Lira, una maga potentissima che pratica l'oscura magia del sangue. Davvero inquietante, ma bello. Ve lo consiglio!

CALENDARIO TAPPE BLOGTOUR
Ecco tutte le tappe da seguire per partecipare al Blogtour. Non perdetene neanche una, sono davvero bellissime e molto interessanti! ;)

17 Aprile - Quiz: Saresti un ottimo sovrano? (Liber Arcanus)
18 Aprile - La bellezza in una persona (Please Another Book)
19 Aprile - BookTag (Coffee&Books)
20 Aprile - Short Story "Il ragazzo" (My Crea Bookish Kingdom)
21 Aprile - La Mappa del Tearling (Petrichor)

GIVEAWAY
E non poteva mancare un bellissimo Giveaway per tutti coloro che parteciperanno a questo blogtour. Le regole sono semplici, seguitele con attenzione, e potrete aggiudicarvi una copia cartacea di "The Fate of the Tearling".

Regole di partecipazione
- Mettere la propria email SOLO nel form così che verrete contattati in caso di vincita.
- Essere follower dei blog partecipanti
- Commentare tutte le tappe del blog tour con frasi che abbiano senso dicendoci magari la vostra opinione sugli argomenti. 
- Seguire la pagina FB e Twitter della Multiplayer

Facoltativo: Condividere l'iniziativa nei vostri social

Il Giveaway inizia il 17 Aprile e finisce il 28 Aprile, il giorno dopo sarà estratto il vincitore e contattato.

FORM DA COMPILARE


Spero questa tappa vi sia piaciuta e vi abbia incuriositi! Aspetto i vostri commenti e spero di ritrovarvi ad ogni tappa ;) E non dimenticate che "The Fate of the Tearling" sarà disponibile nelle librerie da domani!!! Non potete assolutamente rinunciare a questa saga incredibile!

A presto!
xoxo

martedì 18 aprile 2017

Anteprima: "The Glittering Court" di Richelle Mead

Buongiorno, carissimi lettori caffeinomani! ^^
Oggi sono davvero emozionata nel presentarvi un romanzo che arriverà in libreria DOMANI, grazie alla casa editrice Edizioni LSWR. Sto parlando del nuovo, appassionante fantasy di Richelle Mead, autrice de L'Accademia dei Vampiri, serie bestseller in tutto il mondo. La storia è ben diversa questa volta, non ci sono né vampiri né altre creature soprannaturali a intrattenere il lettore. The Glittering Court, questo il titolo del romanzo, racconta di una giovane donna che, stanca di sottostare a regole e obblighi, decide di rischiare tutto ciò che ha per una nuova vita, una nuova identità, un Nuovo Mondo. Avventura e romanticismo sono al centro di questa storia, che è anche ricca di mistero e saprà sicuramente tenervi incollati alle pagine. Ho avuto la fortuna di leggere il romanzo in anteprima e tra qualche giorno conoscerete la mia opinione. Intanto, se volete saperne di più, vi consiglio di seguire il Blogtour iniziato il 14 Aprile o il profilo Instagram dedicato al romanzo (@glitteringcourt_ita).

Una nuova serie fantasy romantica e brillante
in un'ambientazione a metà tra il mondo elisabettiano e la frontiera.

The Glittering Court
di Richelle Mead

Serie: The Glittering Court #1
Prezzo: 16,90 euro
Pagine: 448
Genere: fantasy, romance, young adult
Editore: Edizioni LSWR (collana Young Adult)
Data di pubblicazione: 19 Aprile 2017


Per un gruppo selezionato di ragazze la Corte Scintillante (The Glittering Court) rappresenta l'opportunità di conquistare una vita che finora potevano solo sognare, una vita fatta di lusso, glamour e ozio. Per l'aristocratica Adelaide, costretta dalla sua famiglia nobile, ma ormai decaduta, a un matrimonio d'interesse, la Corte Scintillante rappresenta qualcos'altro: l'occasione di pianificare il proprio destino e di avventurarsi in una nuova terra ricca e incontaminata al di là dell'oceano. Dopo un incontro fortuito con l'affascinante Cedric Thorn, Adelaide si spaccia per una cameriera. Tutto comincia a sgretolarsi quando Cedric scopre lo stratagemma di Adelaide e questa viene notata da un giovane governatore molto potente, che vuole sposarla. La fanciulla non si è lasciata alle spalle la gabbia dorata della sua vecchia vita solo per diventare di proprietà di qualcun altro. Ma a essere davvero sconvolgente - o meravigliosa - è la fortissima attrazione proibita tra Adelaide e Cedric, che, se assecondata, li renderebbe due emarginati in un mondo selvaggio, pericoloso e inesplorato, e forse ne causerebbe perfino la morte.

L'autrice

RICHELLE MEAD è l’autrice della serie numero uno tra i bestseller internazionali L’accademia dei vampiri, della serie spin-off inserita nella lista dei bestseller del New York Times Bloodlines, e del fantasy anch’esso nella lista del New York Times Soundless. Fin da bambina grande lettrice, Richelle è sempre stata particolarmente affascinata dalla mitologia e dal folklore. Quando riesce a staccarsi dai libri (dopo averli letti o scritti), le piace guardare reality scadenti, viaggiare, provare cocktail interessanti e comprare vestiti da indossare durante i suoi tour. È per sua stessa ammissione caffè-dipendente, lavora in pigiama e ha una passione per tutte le cose stravaganti e rumorose. Originaria del Michigan, ora Richelle vive a Seattle (Washington), dove sta attualmente lavorando sodo al prossimo romanzo della Corte Scintillante.


Allora, che ve ne pare di questo romanzo? Vi intriga?
Vi consiglio di approfittare della promozione che trovate sul sito della casa editrice: il 15% di sconto sul prezzo di copertina per tutto il mese di Aprile (QUI). Potrete avere la vostra copia di The Glittering Court ad un prezzo davvero vantaggioso :) E non perdete nessuna tappa del favoloso blogtour in corso, che vi aiuterà ad addentrarvi meglio nel mondo della Corte Scintillante.



A presto!
xoxo
 

sabato 15 aprile 2017

Recensione: "Hyperversum. Il falco e il leone" di Cecilia Randall

Buongiorno, miei cari lettori caffeinomani! ^^
Come vi avevo già detto nell'ultimo post, ho in corso di lettura l'intera saga di Hyperversum, della bravissima Cecilia Randall. Se vi siete persi la recensione del primo libro, andate a QUESTO LINK. Oggi parleremo del secondo volume della saga, intitolato Il Falco e il Leone. Anche questo romanzo, così come il primo, mi è piaciuto moltissimo e non ha fatto che confermare la mia ammirazione per un'autrice nostrana davvero straordinaria. Ringrazio la casa editrice per avermi dato l'opportunità di leggere questo romanzo, in cambio di una mia onesta opinione.

Hyperversum. Il Falco e il Leone
di Cecilia Randall


Serie: Hyperversum #2
Prezzo: 9,90 euro
Pagine: 688
Genere: fantasy, historical fantasy
Editore: Giunti (collana Waves)






A due anni di distanza dal primo viaggio e dopo molti vani tentativi, Hyperversum trasporta nuovamente Ian e Daniel nel XIII secolo. Per riabbracciare l'amata Isabeau e vedere la nascita del suo primogenito, Ian si trova coinvolto nella ribellione dei baroni inglesi contro Giovanni Senza Terra. Daniel cerca di tornare nel suo tempo, ma rimane imprigionato suo malgrado nel 1215, tra le grinfie del nemico giurato di Ian: Geoffrey Martewall, barone di Dunchester.

È stato facile, per me, lasciarmi conquistare dalla saga Hyperversum, che mi ha condotta nel lontano Medioevo, al fianco di una compagnia di ragazzi valorosi e scaltri. Dopo aver amato il primo volume di questa originale serie, non vedevo l'ora di ritornare nel mondo appassionante e magnifico creato dall'autrice Cecilia Randall. Hyperversum è un gioco davvero misterioso. Come abbia fatto a trasportare i protagonisti nel 1215 non è ancora ben chiaro. Ma Ian e Daniel vogliono provarci ancora. Ian ormai ha un posto in quel passato che ha avuto modo di vivere per un breve periodo, sa che quella è la sua casa, là dove l'attende la sua devota Isabeau e il primogenito del quale non vuole perdersi la nascita, e Daniel vuole assolutamente essere al suo fianco. E così, dopo tanti tentativi fallimentari, dopo due anni riescono ad avviare una nuova partita e a tornare nella Fiandra del XIII secolo. A questo punto, però, le cose diventeranno imprevedibili, Hyperversum non risponderà più ai loro comandi e si ritroveranno intrappolati nuovamente nel 1215, stavolta ai margini di un'imminente guerra civile. E quando le loro strade si divideranno, dovranno far tesoro di quanto imparato dalla precedente esperienza e prendere parte agli eventi storici stando sempre attenti a non cambiare nulla con il loro intervento. È un capitolo molto avvincente questo, forse anche più del primo. Il pericolo si nasconde dietro ogni angolo e i nostri eroi dovranno dimostrare ancora il loro coraggio. Uno degli ostacoli più difficili da affrontare sarà di certo Geoffrey Martewall, amico dello sceriffo Derangale conosciuto nel primo libro, alla ricerca di verità e vendetta. Ma anche per questo personaggio le cose si faranno parecchio imprevedibili e, nonostante dichiari apertamente guerra a Ian, promettendogli di smascherarlo, si ritroverà invischiato in una rischiosa impresa proprio insieme al nemico giurato. Il Falco del Re e il Leone d'Inghilterra saranno grandi protagonisti di questo romanzo, uno l'antitesi dell'altro, così diversi ma anche così simili, in fondo. Si daranno battaglia ma troveranno anche il modo di riconoscere i pregi e il valore dell'avversario, fino a provarne in qualche modo rispetto. Ho adorato la contrapposizione tra questi due personaggi, sono state davvero le pagine più belle da leggere.
Ma non posso fare a meno di lodare anche il salto di qualità che l'autrice ha fatto fare a Daniel, subissato nel primo libro dalla presenza preponderante del perfetto Ian. In questo volume Daniel, costretto a vedersela da solo per gran parte del tempo, dimostrerà di essere in gamba quanto l'amico e riuscirà a cavarsela anche nelle situazioni più delicate. La Randall ha trattato con attenzione la psicologia di tutti i personaggi, nonché  la loro continua crescita, ed è una caratteristica, questa, che riscontro volentieri nei suoi romanzi e apprezzo. Anche l'ambientazione è estremamente curata, credibile e affascinante, e rappresenta senza dubbio l'elemento più convincente di tutti. L'attenzione ai dettagli e ai dialoghi fanno di questo romanzo uno dei fantasy storici più intriganti e belli mai letti e lo consiglierei a chiunque ami il Medioevo, le grandi battaglie, le storie di cavalieri e i viaggi nel tempo. Un mix di elementi vincenti, una storia complessa e avventurosa che non vi stancherete mai di leggere. Il Falco e il Leone saprà regalarvi piacevoli e inaspettate sorprese, nonché momenti mozzafiato e commoventi. Il lato romance è stato un po' accantonato stavolta, ma non mancano le emozioni forti capaci di far battere il cuore. Lasciatevi conquistare da questa nuova avventura di Cecilia Randall. Entrate nel mondo di Hyperversum, se ancora non lo conoscete. Sono certa che non ve ne pentirete!

Voto: 4,5 tazzine! Un connubio vincente di storia e fantasy e protagonisti d'eccezione!

A presto!
xoxo


venerdì 31 marzo 2017

Recensione: "Hyperversum" di Cecilia Randall

Buon pomeriggio, miei cari lettori! ^^
Oggi sono qui per parlarvi di un romanzo davvero strepitoso, uscito un po' di tempo fa, della bravissima Cecilia Randall. Sto parlando di Hyperversum, primo libro di una saga originale e appassionante, che si è allargata negli ultimi giorni con l'arrivo in libreria di Hyperversum. Ultimate. In occasione di questa nuova uscita, ho voluto rispolverare la prima saga dedicata a questo universo meraviglioso creato dalla Randall, prima di dedicarmi ai due libri più recenti, altrettanto fantastici. Avevo letto Hyperversum tanti anni fa, quando uscì nel lontano 2006, se non erro, e ne ero rimasta completamente affascinata. Sono stata contenta che l'autrice abbia ripreso la saga, regalandoci nuovi capitoli. Hyperversum è una lettura che tutti dovrebbero concedersi, perciò fidatevi del mio consiglio e recuperate questa bellissima serie. Non ve ne pentirete!

Hyperversum
di Cecilia Randall


Serie: Hyperversum #1
Prezzo: 9,90 euro
Pagine: 720
Genere: fantasy
Editore: Giunti (collana Waves)


Daniel ha una passione bruciante per un videogioco online, Hyperversum, che trasporta la sua fantasia nella storia. Dentro la realtà virtuale ha imparato a essere un perfetto uomo del Medioevo e conosce tutte le astuzie per superare ogni livello di gioco. Ian ha una laurea e un dottorato in storia medievale. Dalla morte dei suoi genitori è diventato parte della famiglia di Daniel. Al rientro da un soggiorno di studi in Francia, Ian raggiunge la sua “famiglia acquisita” per una cena e, naturalmente, per tornare a giocare col suo amico Daniel al loro video­game preferito. Davanti allo schermo non sono soli: ci sono il piccolo Martin, Jodie, la ragazza di Daniel, e, collegati da un altro computer, Carl e Donna. Mentre vivono la loro avventura virtuale nel Medioevo, vengono sorpresi da una tempesta che li tramortisce: Daniel, Jodie, Ian e Martin si ritrovano in Fiandra, nel bel mezzo della guerra che vede contrapposte Francia e Inghilterra. Si aprono per loro una nuova vita, nuove strade, un nuovo amore…

Chi mi conosce bene e mi segue da tempo, sa che per un lungo periodo della mia vita sono stata appassionata - direi anche ossessionata - dai romanzi storici. Ero ancora una ragazzina che andava alle superiori e trovava in queste letture qualcosa di incredibilmente attraente. Non a caso, la storia è sempre stata una delle mie materie preferite e più di una volta ho desiderato appartenere ad un'altra epoca. Quando ho scoperto il romanzo Hyperversum, è stato per me un giorno felice, lo ricordo ancora, perché avevo trovato un romanzo che conteneva tutto ciò che avrei voluto leggere all'epoca: ragazzi moderni persi in un lontano Medioevo e immersi in una grande avventura. Riprendere in mano il romanzo di Cecilia Randall mi ha catapultato immediatamente indietro nel tempo, a quelle sensazioni bellissime che mi aveva dato la prima volta. Ho riletto con piacere le imprese di Ian, Daniel, Jodie, Martin e Isabeu e un po' li ho invidiati. Ma ancor di più, è un sentimento di gratitudine ad essere divampato in me, gratitudine verso un'autrice che con la sua spiccata fantasia è riuscita a regalarci uno dei romanzi più belli del panorama fantasy per ragazzi. Per chi non conoscesse il mondo di Hyperversum, dovete sapere che si tratta di un gioco di ruolo. Ma non è un gioco di ruolo come molti altri. Ha funzioni davvero speciali e avanzate che permettono di vivere un'esperienza unica nel suo genere, di vivere il gioco in maniera realistica, grazie ad un visore 3D e a guanti in fibra ottica, di avere l'illusione di essere realmente il personaggio interpretato nel gioco. Daniel Freeland è un vero appassionato di Hyperversum e ha coinvolto nella sua passione il fratellino Martin, la fidanzata Jodie e l'amico Ian, per lui più un fratello maggiore. Mentre Daniel studia fisica, Ian è laureato in Storia Medievale e ha molte altre passioni oltre la storia. Tornato da un viaggio di studio in Francia, decide insieme a Daniel di concedersi una partita a Hyperversum, in un'epoca che ben conosce e nei panni di un cavaliere. Ma qualcosa durante la partita va storto e Daniel, Ian e gli amici si ritrovano intrappolati nel 1214 d.C., in Fiandra, al limitare di una guerra tra Francia e Inghilterra.
Inizia qui la loro più grande avventura. I ragazzi si vedono costretti a fronteggiare i pericoli offerti da un luogo sconosciuto e da un tempo infinitamente lontano dal loro. Quando il gioco diventa realtà, non resta che affrontare tutto ciò che viene con coraggio e sangue freddo. Sono soli, spaesati e impauriti di fronte a quell'avvenimento che ha dell'incredibile, ma dato che non c'è modo di tornare indietro, dovranno fare del loro meglio per adattarsi, aiutandosi a vicenda e rimediando l'uno alle mancanze dell'altro. Alcune loro abilità gli permetteranno di superare delle prove, ma la più grande sarà tener testa ad un uomo spietato che prenderà di mira Ian e i suoi amici. Le cose si complicano quando Ian fa la conoscenza della bellissima Isabeau, una lady sotto la tutela del conte Guillaume de Ponthieu e, pur di proteggere la donna dei suoi sogni, Ian andrà incontro ad un crudele e beffardo destino, coinvolgendo gli amici e forse cambiando le sorti stesse della storia.
Sono davvero tante le cose da dire su questo romanzo, ma non voglio togliervi il piacere di scoprirle di persona. Io mi sono innamorata del mondo di Hyperversum, dei suoi protagonisti e dello stile dell'autrice, che è riuscita a tenermi incollata alle 709 pagine del suo romanzo, che scorrono con una facilità incredibile. La sua bravura nel mescolare storia e fantascienza è qualcosa che non da scampo e per cui provi un'immediata ammirazione. L'accuratezza del suo racconto, in cui si denota grande familiarità con la materia storica, lascia senza parole e incanta il lettore, che si lascia trascinare in un mondo dal quale non vorrebbe più uscire. Chi non ha mai desiderato vivere in un'altra epoca? Ebbene, la Randall ci da l'opportunità di fare questa esperienza, al fianco dei suoi meravigliosi personaggi ai quali ci si affeziona facilmente. C'è un legame davvero prezioso tra Ian e Daniel, quasi commovente, e l'autrice non tralascia di ispezionarlo con attenzione in ogni sua sfaccettatura. Ian, protagonista indiscusso di questo primo libro, è ricco di pregi e si fa apprezzare per la sua nobiltà d'animo, per il suo valore e per la sua lealtà. Inutile dirvi che un personaggio del genere non mi abbia fatta innamorare perché mentirei. L'ho amato sin dal primo momento. Ne ho amato la sensibilità e il rispetto per il prossimo, la devozione nei confronti della donna amata e il coraggio dimostrato di fronte alle sfide più ardue. Un cavaliere nell'animo. Daniel, dal canto suo, non è da meno, anche se di lui emergeranno maggiormente le paure e le debolezze, ma è uno di quelli che riuscirà a riscattarsi e a conquistare traguardi importanti, mettendoci l'impegno giusto. Anche lui, come Ian, è molto leale e l'avventura nel mondo di Hyperversum gli insegnerà a responsabilizzarsi ancora di più e a lottare per ciò ama. Un altro personaggio che ho apprezzato è Isabeau, la dama amata da Ian. Bella, intelligente e fiera come solo poche donne nella sua epoca sono state realmente. Raffinata ma anche combattiva, timida ma anche decisa, ha il carattere giusto per attrarre Ian e farlo capitolare. La loro sarà una bellissima storia d'amore, fatta di momenti dolci e romantici, ma anche di prove da superare. Ogni personaggio subirà il suo cambiamento quando la finzione e il gioco si mescoleranno alla realtà. Ed è proprio questa sorta di percorso di formazione che ho adorato di più, un elemento notevole, trattato con cura dall'autrice. Il suo stile è pulito e piacevole da leggere e anche se il romanzo è molto lungo, è difficile stancarsi. Hyperversum è un mondo magico, fantastico, appassionante, in cui non mancano avventura e colpi di scena, tranelli e giochi di maschere, tornei e battaglie. Saprà emozionarvi e conquistarvi, perciò non perdete altro tempo e correte a scoprire questa saga, se non l'avete già fatto. Io la considero una delle mie preferite e ringrazio Cecilia Randall di esistere :) 

Voto: 4,5 tazzine! Un romanzo affascinante, ricco di mistero, inganni e avventure! Stupendo!

A presto!
xoxo


Recensione: "Carve the Mark. I Predestinati" di Veronica Roth

Miei cari lettori caffeinomani,
eccomi qui a parlarvi di un romanzo che, purtroppo, non mi ha conquistata come avrei voluto. Sto parlando di "Carve the Mark. I Predestinati", di Veronica Roth, autrice che sicuramente molti di voi conosceranno per la più famosa saga Divergent, approdata anche al cinema. La serie d'esordio della Roth, di genere distopico, mi aveva catturata sin dal primo istante, grazie alla sua originalità, ai colpi di scena e ad un ritmo incredibile che mi aveva tenuta incollata alle sue pagine, portandomi a considerarla una delle più appassionanti che avessi mai letto. Lo stesso, purtroppo, non posso dire di Carve the Mark, a cui mi sono accostata con aspettative altissime. Ho impiegato un po' di tempo prima di decidermi a scrivere questa recensione, forse perché non volevo capacitarmi che il romanzo mi avesse deluso tanto. Ho letto pareri piuttosto contrastanti a riguardo, c'è chi l'ha amato (più che altro gente che non aveva letto la sua precedente saga) e chi invece no. Vi lascio con la mia opinione e aspetto i vostri commenti per sapere cosa ne pensate. A presto!

Carve the Mark. I Predestinati
di Veronica Roth

Serie: Carve the Mark #1
Prezzo: 15,90 euro
Pagine: 427
Genere: distopico, sci-fi, young adult, fantasy
Editore: Mondadori (collana Chrysalide)
Data di pubblicazione: 17 Gennaio 2017


In una galassia lontana, dove la vita degli uomini è dominata dalla violenza e dalla vendetta, ogni essere umano possiede un "donocorrente", ovvero un potere unico e particolare, in grado di determinarne il futuro. Ma mentre la maggior parte degli uomini trae un vantaggio dal dono ricevuto in sorte, Akos e Cyra non possono farlo. Al contrario, i loro doni li hanno resi vulnerabili al controllo altrui. Cyra è la sorella del brutale tiranno Shotet Ryzek. Il suo donocorrente, ovvero la capacità di trasmettere dolore agli altri attraverso il semplice contatto fisico, viene utilizzato dal fratello per controllare il loro popolo e terrorizzare i nemici. Ma Cyra non è soltanto un'arma nelle mani di un tiranno. La verità è che la ragazza è molto più forte e in gamba di quanto Ryzek pensi. Akos appartiene al pacifico popolo dei Thuve, e la lealtà nei confronti della famiglia è assoluta. Quando lui e il fratello vengono catturati dai soldati Shotet di Ryzek, l'unico suo pensiero è di riuscire a liberarlo e a portarlo in salvo, costi quel che costi. Quando poi viene costretto a entrare a far parte del mondo di Cyra, l'ostilità tra i loro due popoli sembra diventare insormontabile, tanto da costringere i due ragazzi a una scelta drammatica e definitiva: aiutarsi a vicenda a sopravvivere o distruggersi l'un l'altro.

Ero davvero curiosa ed entusiasta all'idea di leggere Carve the Mark, dopo che la Mondadori ne aveva annunciato l'imminente pubblicazione. Il nuovo romanzo di Veronica Roth, autrice bestseller del mondo young adult e distopico che mi aveva fatta sua con la serie Divergent, stava per arrivare nelle librerie italiane ed io non potevo che essere più contenta! Tutto il mio entusiasmo è però scemato dopo aver letto qualche capitolo del romanzo ed essermi resa conto che la Roth che conoscevo non sembrava essere la stessa autrice che aveva scritto Carve the Mark, non poteva sul serio esserlo. Tutto ciò che speravo era di leggere una storia originale come Divergent, altrettanto complessa, e di affezionarmi ai protagonisti, che di certo non mi avrebbero fatto sentire la mancanza di Tris e Quattro. Ma così non è stato. Mi sono ritrovata impantanata in un mondo confusionario e caotico, sommersa da descrizioni non sempre gradite, ad arrancare di fronte ad una storia troppo lunga e poco coinvolgente, dove nemmeno un personaggio è riuscito davvero a conquistare il mio cuore. Questo, in sintesi, ciò che ho provato di fronte alla lettura di Carve the Mark. Sono davvero delusa e triste per quest'esperienza che non è stata ciò che mi aspettavo, ma la cosa che mi ha fatto più rabbia è stata quella di aver trovato nel romanzo della Roth troppi elementi già letti in altri young adult. Più andavo avanti più dejavù mi passavano nella mente. Scene che mi ricordavano troppo altre lette ne La chimera di Praga, Shatter Me, Il dominio del fuoco, Rebel, Hunger Games, il suo stesso Divergent e molti altri che non sto qui ad elencare, persino film (Avatar, X-Men). Per quanto sia stato notevole lo sforzo di creare una realtà distopica sci-fi affascinante e nuova, la trama ne ha risentito parecchio, risultando un'accozzaglia di elementi che di originale ha ben poco. Credo che la Roth si sia concentrata più sull'ambientazione, sul background, che su tutto il resto, non rendendosi conto di appesantire il romanzo con troppe informazioni riguardanti il mondo da lei creato e poche che ci facessero entrare in empatia con i protagonisti. Anche narrare la storia da due punti di vista in differente persona è stato secondo me un errore. Mentre quello di Cyra, narrato in prima persona, riesce a farci entrare almeno un po' nella sua psiche, a capirla per quanto possibile e ad affezionarci a lei in determinati limiti, il punto di vista di Akos, narrato in terza persona, fa sì che questo personaggio rimanga più lontano dal cuore del lettore. Non sono molti i capitoli dedicati a lui (altro errore, sarebbe stata meglio l'alternanza), molti di meno di quelli di Cyra, e non posso dire di essere riuscita a comprendere il personaggio quanto avrei voluto. Rimane distante e piatto sulle pagine, non desta abbastanza interesse. È forse il primo personaggio maschile da cui non mi sento follemente attratta. A lettura conclusa, mi è rimasto davvero poco e fin troppi punti interrogativi riguardo alcune parti caotiche, altre incoerenze e cose campate in aria.
La storia è ambientata in una galassia lontana, un luogo abbastanza violento in cui ogni essere umano possiede un donocorrente, ovvero un potere che lo contraddistingue. Non tutti questi poteri però portano vantaggio a chi li riceve. Cyra ha la capacità di trasmettere dolore tramite un semplice tocco, che procura anche a lei un dolore inimmaginabile. Suo fratello Ryzek, tiranno del regno di Shotet, la usa per i suoi piani meschini e per minacciare i propri nemici. È un'arma nelle sue mani e per quanto questo la disgusti, non può opporsi a lui, che la tiene in pugno grazie ad un segreto che la riguarda. Ma c'è qualcuno che ha il potere di toccarla e ammansire l'oscura corrente che le scorre nelle vene. Akos appartiene a un mondo completamente differente da quello di Cyra, un mondo più tranquillo e pacifico, che però viene preso di mira dal folle Ryzek. I due mondi si scontreranno in una guerra fatta di violenza e atti di ribellione, di tradimenti e di morte. E fin quando Cyra e Akos non troveranno il modo di fermare Ryzek, sarà un susseguirsi di scelte difficili e di crudeltà. Ho cercato di riassumervi la trama al meglio che ho potuto, ma ho avuto le mie difficoltà nel farlo perché la Roth è stata davvero molto brava a ingarbugliarla. Inizio col dire che il primo scoglio che il lettore incontra accostandosi a questo libro sono i nomi dei personaggi. Cyra e Akos forse si salvano, ma non è stato facile ricordare tutti gli altri fino alla fine, tant'è che molte volte mi sono persa anche per questo.
Lo sci-fi è un genere che mi piace molto, lo trovo stimolante ed è riuscito quasi sempre a farsi amare per la sua originalità. La Roth ha tentato di essere originale nel creare il suo universo spaziale, dando vita ad elementi nuovi e abbastanza interessanti (pochi) e a descriverceli nel dettaglio (troppo). La storia perde ritmo e fluidità per colpa di tutti questi elementi che prendono il sopravvento, perché l'autrice si è preoccupata di essere eccessivamente accurata nell'ambito dei termini e delle descrizioni di specifiche assurdità spaziali, trascurando i personaggi, le loro personalità, lasciando che risultassero vuoti, noiosi e talvolta incoerenti. Riesco quasi sempre a entrare almeno un po' in sintonia con i personaggi dei romanzi che leggo, ma stranamente stavolta non è successo. Non sono riusciti a farmi provare alcuna emozione, non c'era un minimo di tensione a farmi scalpitare, ogni cosa mi è parsa esasperata, forzata e lenta. La storia si dilunga troppo, i dialoghi sono spenti e talvolta ripetitivi. Soltanto l'ambientazione ha del potenziale, ma se fosse stata accostata ad un intreccio più intrigante e piacevole la Roth avrebbe scritto un romanzo che avrei potuto amare. C'è poco altro che voglio aggiungere, purtroppo la delusione è stata grande e non mi sono ancora ripresa del tutto. Avevo delle aspettative alte, come già detto, e ritrovarmi a leggere un romanzo che ho faticato a finire e che il più delle volte mi ha provocato rabbia o sbadigli non ha fatto che aumentare la mia tristezza. Non so se leggerò il seguito, sinceramente non ho idea di cosa la Roth possa inventarsi per risollevare le sorti di questa storia e farmela apprezzare. Di sicuro io le consiglierei di essere più se stessa e di evitare di trarre troppo spunto dai romanzi delle colleghe, perché non ne otterrà nessun vantaggio senza un po' di creatività personale. E poi di dare maggior spessore ai suoi personaggi, di farli interagire meglio, di emozionare così come ci ha fatto emozionare con Tris e Quattro (quei due mi davano i brividi, per quanto erano fantastici insieme). La Roth è una brava autrice, ha un ottimo stile di scrittura e di sicuro non le manca la fantasia, ma non l'ho riconosciuta in Carve the Mark e dal prossimo romanzo mi aspetto decisamente di più di... questo
Purtroppo il mio è un NO, forse il primo di quest'anno, e mai mi sarei aspettata di dare un voto basso proprio alla Roth. Apprezzo lo sforzo di creare un mondo veramente complesso ma, secondo me, ha strafatto. Le potenzialità c'erano ma non le ha sapute sfruttare e ci ha regalato una storia che si riesce a leggere bene solo per qualche capitolo mentre tutto il resto è un'immensa agonia. Non sono riuscita a dare un rating maggiore perché c'è seriamente troppo poco che si salva di questo romanzo, a mio parere. Mi auguro che in futuro la Roth riesca a fare di meglio e a farmi rimpiangere questo voto.

Voto: 2,5 tazze. Una storia che non coinvolge, lunga e ingarbugliata. Deludente!

A presto!
xoxo